Ama ciò che fai...
Studia ciò che ami...

Federica Vommaro

Quando i sogni diventano realtà

Mi chiamo Federica Vommaro, ho 27 anni e vi voglio raccontare come ho coronato il mio sogno grazie al Master di Grafica Editoriale.

Mi sono diplomata nel 2007 all'IPS Stendhal in Grafica Pubblicitaria, ho sempre amato disegnare ma è stato sorprendente il riuscire a cogliere cosa voler fare da "grande" con una scelta presa a soli 13 anni.
Una volta diplomata ho messo nel cassetto la mia "navicella" e, rimanendo sulla Terra, ho studiato e iniziato a lavorare nell'agenzia di assicurazione di mio padre, finchè nel 2010 mi rendo conto che quel cassetto era davvero troppo piccolo per contenere i miei sogni e decido di rimettere in moto la "navicella" iscrivendomi, insieme alla mia migliore amica, cugina e angelo custode Marta Saporito, alla Scuola Internazionale di Comics.

Qui ero come "Alice nel paese delle meraviglie", scopro il fumetto francese, l'uso degli acquerelli, dei contrasti con la china e i miei idoli, da cui imparare e "rubare", diventano i disegnatori di questo strano magico mondo.
Terminata l'Accademia si inizia a girare per le fiere: Lucca, Angoulême e per qualche mese staziono in Spagna, ospite di mia zia, una figura per me fondamentale, infatti proprio lei, in una cornice di una città aperta all'arte e all'innovazione come Bilbao, mi da la scossa e la forza per credere in me stessa.

L'Istituto Armando Curcio

Torno in Italia più carica che mai e trovo un compromesso: portare avanti l'attività di famiglia, ma tenere sempre accesi i motori.
Quando è arrivata l'opportunità di partecipare al Master di Grafica Editoriale presso l'Istituto Armando Curcio, insieme al mio angioletto, con cui nel frattempo abbiamo dato vita ad "Ella&Zit" una serie di illustrazioni e tavole autoconclusive che attingono a vita vissuta, non abbiamo esitato ad iscriverci.

Vedendo il programma con i docenti che avrebbero presieduto le lezioni ne ero entusiasta, come (ne cito alcuni in ordine di "apparizione") il Dott. Andrea Canali (ANICA) che ha curato in modo chiaro e professionalmente divertente la parte di legislazione, Giulia Tomai e Giulio Castagnaro sorprendenti illustratori che hanno dato vita allo "Studio Pilar" e Mauro Ortolani (Art Director), persona molto attenta a cogliere le sfumature che ci contraddistinguono, preparandoci e seguendoci attraverso le lezioni di Grafica Editoriale.

L'opportunità lavorativa

Nelle ore di laboratorio l'obiettivo era di impaginare e creare la copertina per il terzo libro della trilogia "La Maschera e la Spada" scritto da Alberto De Stefano. 
Il poter lavorare ad un progetto reale ha reso il tutto molto più eccittante, in quanto ci saremmo confrontati con figure professionali.
Leggendo il soggetto scritto da Alberto De Stefano ho subito buttato giù qualche schizzo a matita, di istinto, su ciò che mi aveva trasmesso quella lettura; dopodichè ho iniziato a ricercare immagini, anche se non c'entravano nulla l'una con l'altra, indirizzandomi sempre più su un'idea ben definita. 

La prima cosa che ho tirato fuori? Quasi tutto da buttare, "quasi" perchè qualcosa funzionava.
Altra ricerca, altro giro: taglia, cuci, copia e incolla e finalmente eccola! Quello che avevo in mente ero riuscito a tirarlo fuori, tra luci, ombre, tempi da rispettare e il grande supporto di Mauro Ortolani e Loris Dall'Acqua; ero soddisfatta e, per chi mi conosce, è un evento più unico che raro.

Successivamente, esattamente il giorno dell'esame del Master, mi danno la notizia, la copertina che ho creato è stata scelta dall'autore e dall'Editore per essere pubblicata. Non ci sono parole per descrivere l'emozione, è un traguardo personale importantissimo. 

È stata un'esperienza formativa illuminante che mi ha permesso di conoscere e confrontarmi, oltre che con me stessa, con figure professionali di assoluto livello e con le mie compagne di corso, ragazze, donne, fantastiche, piene di vita e di interessi da cui potrò senz'altro attingere in futuro.