Ama ciò che fai...
Studia ciò che ami...

Banner Nuovo Logo Juventus

Il nuovo brand della Juventus

Le società calcistiche sono diventate vere e proprie aziende ed il loro rebranding è diventato un processo molto delicato.

16 gennaio 2017, questa la data che rimarrà nella storia della Juventus, nel bene e nel male, con un passo deciso verso un nuovo logo che ha suscitato reazioni differenti tra tifosi ed esperti in materia.
Il presidente Andrea Agnelli ha dichiarato: “Il nuovo logo definisce un senso di appartenenza e uno stile che permette di comunicare il nostro modo di essere. Il futuro per la Juventus significa crescere: crescere vincendo, crescere comunicando e evolvendo il brand.”

 

Il logo è stato realizzato dalla Interbrand e ci sono voluti 2 anni di bozze, correzioni e tante idee per arrivare ad un risultato molto minimal, troppo per i tifosi; la più grande critica è che si perdono tutti i riferimenti alla città di Torino, risulta freddo, quasi sterile, ma sembra che fosse proprio intenzione della dirigenza juventina ricreare un brand da zero per poi riuscirlo a caratterizzarlo con investimenti a lungo termine.

Nel recente passato anche l'AS Roma aveva attuato un cambio di logo ove si perdevano le tre lettere "ASR" per un più evidente "Roma"; la spiegazione fu il rendere il logo immediatamente riconoscibile all'estero e ricondurlo alla città eterna, mantenendo il simbolo della lupa. Niente minimalismo quindi, senza contare che ultimamente la dirigenza americana della società romana sta riportando i colori originali ovvero il Giallo Roma (130C) ed il Rosso Roma (202C) dalla stagione 2017/2018 per un chiaro ritorno al passato.

Quando si parla di calcio si guarda subito all'Inghilterra e a come alcune società sono ritornate su vecchi stemmi storici per dare un segno di continuità rispetto alla propria storia, esempio più recente è quello del Manchester City.


Ogni medaglia ha una duplice faccia e c'è anche chi, come il West Ham, ha deciso di rimodernare il proprio logo ricevendo solamente critiche dai propri tifosi che hanno visto sparire il Boleyn Castle dal simbolo.

Non c'è quindi un andamento comune al processo di rebranding delle diverse società calcistiche, il ritorno al passato è sempre un qualcosa molto apprezzato dai tifosi ma c'è sempre da fare i conti con una necessità di esportare il proprio marchio all'estero per arrivare a nuovi fondi ed ampliare il proprio fatturato.

Tags: Branding, logo, Roma, juventus, nuovo logo, as roma, manchester city, west ham, andrea agnelli, 2017