Ama ciò che fai...
Studia ciò che ami...

Cosa leggere sotto l'ombrellone...se sei un illustratore

In tempo di vacanze si è soliti consigliare letture da affrontare anche “sotto l’ombrellone” ovvero delle letture che possano tenerci compagnia senza risultare troppo impegnative. Cosa leggere, però, se ad andare in vacanza è un illustratore?

Ci siamo già rivolti a chi è interessato alla grafica e al mondo del Design, consigliando alcuni testi imprescindibili per chi si affaccia a questo mondo. Oggi ci rivolgiamo invece agli illustratori, proponendo alcuni testi che possono essere considerati delle letture formative imprescindibili non solo per chi è già un professionista, ma anche per chi sogna di diventare illustratore e si sta ancora formando.
Ecco qui, quindi, le nostre cinque proposte di lettura su misura per voi:
 

Manuale dell'illustratore


di Anna Castagnoli, Editrice Bibliografica

Un vero e proprio manuale per illustratori che si concentra specificamente sull’illustrazione per l’infanzia, dedicato all’albo illustrato e anche alla realizzazione dell’oggetto libro, ricco di considerazioni personali che stimolano ad una riflessione sul mondo dell’illustrazione e soprattutto sull’etica professionale.
Utilissimo per chi è già addentrato nel mestiere e per chi, invece, vuole saperne di più grazie anche ad un ampio e attento capitolo dedicato interamente al diritto d’autore.

 

Illustrazione – L’immaginario per professione

di Alessandro Bonaccorsi, 2013 Alkemia Books

è invece non tanto un manuale, quanto una lettura leggera ma ricca di profondità che tocca argomenti legati all’etica, allo scopo di questo mestiere e alla creatività.
Per questo si presenta come un’ottima lettura introduttiva all’illustrazione, perfetta per chi sta appena cominciando il proprio percorso di crescita professionale.

 

The Education of an Illustrator

di Steven Heller e Marshall Arisman, 2000 Allworth Press

In questa rassegna non può di certo mancare uno dei testi più amati da circa un ventennio: la perfetta via di mezzo tra studio teorico e approfondimento grazie alle utilissime esercitazioni e agli esaustivi contributi scritti da “giganti” del settore come Milton Glaser e Brad Holland.

Come creare un portfolio e trovare lavoro

di Fig Taylor, 2014 Logos

Per chi invece vuole scoprire come creare un portfolio organico, d’effetto e che “colpisca” immediatamente, per potersi inserire nel canale della produzione, consigliamo questo manuale decisamente tecnico, molto concettuale, che va dritto al punto: cosa fare per avere più possibilità di vedere  pubblicati i propri lavori creando un portfolio in questa prospettiva e divenendo consapevoli dell’andamento dei mercati dell’illustrazione.

 

How to be an illustrator

di Darrel Rees, 2014 Laurence King Pub

Un ottimo compromesso tra manuale tecnico e narrazione, con numerose interviste a diversi illustratori di varia provenienza e molti inserti illustrati.
Una lettura leggera e formativa che aiuta ad evitare i passi falsi che, se commessi, potrebbero rovinare una carriera.