Ama ciò che fai...
Studia ciò che ami...

Il Design non va in vacanza

Estate, tempo di viaggi e vacanze. Ma cosa fare se non si può proprio rinunciare al contatto con il mondo del Design? Noi dello IAC abbiamo qualche proposta interessante...

Per chi vuole rimanere informato sulle ultime tendenze del Design anche d‘estate, proponiamo cinque mostre esclusive che vi permetteranno di mantenere attivo il contatto con ciò che più vi interessa senza rinunciare, magari, ad una piccola gita fuori porta.
Abbiamo selezionato per voi le migliori mostre di Design organizzate nelle più grandi città Europee, da Roma e Milano a Londra e New York per permettervi di viaggiare inseguendo la vostra passione:

 

MILANO ospiterà, fino al 20 gennaio, “Storie. Il design Italiano”  l'undicesima edizione del Triennale Design Museum che racconta la storia del design italiano e di varie icone attraverso 180 pezzi emblematici del Novecento. L’arco temporale indagato è quello che va dal 1908 al 1998, con esposizioni che permettono di leggere la creativià attraverso la lente di altre 5 discipline: geografia, comunicazione, politica, tecnologia ed economia esplorando quindi il tema del Design in modo complesso e interessante.

 

A ROMA il Maxxi, in collaborazione con l’associazione Bruno Zevi, celebrerà l’architetto e urbanista in occasione del centenario della sua nascita. Saranno presenti 35 architetti nel percorso espositivo, i loro progetti esposti sono stati pubblicati e sostenuti dal protagonista della mostra. L’iniziativa nasce con lo scopo di spiegare il ruolo fondamentale che ha avuto Zevi nel dibattito architettonico nazionale del dopoguerra, evidenziando l’importanza del rapporto tra architettura e politica attiva.

 

LONDRA, dove troviamo il London Design Museum,uno dei più importanti musei contemporanei dedicati alla creatività in ogni sua forma, dall'architettura alla moda, alla grafica, al prodotto e al design industriale. Fino al 12 agosto qui sarà possibili visitare la mostra “Hope to Nope” che illustra come il design grafico e la tecnologia hanno svolto un ruolo fondamentale nei principali momenti politici dei nostri tempi.

 

A PARIGI sarà possibile visitare, fino al 27 agosto, "Uam, Une aventure moderne" una mostra/omaggio che il Centre Pompidou ha deciso di rendere all’Uam, acronimo per Union des artistes modernes (Unione degli artisti moderni), ovvero il collettivo di architetti, designer e creativi che rappresenta la modernità francese del 20esimo secolo. Tra questi si ricordano Le Corbusier, Mallet-Stevens, d’Eileen Gray, Charlotte Perriand, René Herbst e Pierre Chareau.

 

NEW YORK, il direttore del Cooper Hewitt Smithsonian, Caroline Baumann, afferma: «Il colore è stato studiato per secoli eppure c’è ancora molto da imparare sulle sue proprietà». E con l’esposizione “Saturated: The Allure and Science of Colour” cerca di dare alcune risposte. In mostra fino al 13 gennaio oltre 190 oggetti che spaziano dall’antichità al presente. Ma questa non è l’unica mostra visitabile all’interno del museo. La stessa struttura accoglie, infatti, anche un’altra interessante mostra: “The Senses. Design beyond vision”, in programma fino al 28 ottobre, propone oltre 40 oggetti e installazioni da toccare, ascoltare e annusare. Lo scopo è quello di celebrare la ricchezza sensoriale del Design.